Pensieri Biancorossi
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.


..
 
HomeHome  IndiceIndice  Ultime immaginiUltime immagini  RegistratiRegistrati  Accedi  
 

 Calcio, il Bari al bivio. Mignani, caccia a ottobre biancorosso

Andare in basso 
AutoreMessaggio
DallaChiesaAllaCantina

DallaChiesaAllaCantina


Messaggi : 930
Data d'iscrizione : 25.03.15

Calcio, il Bari al bivio. Mignani, caccia a ottobre biancorosso Empty
MessaggioTitolo: Calcio, il Bari al bivio. Mignani, caccia a ottobre biancorosso   Calcio, il Bari al bivio. Mignani, caccia a ottobre biancorosso EmptyGio Ott 05, 2023 12:05 pm

A un passo dalla crisi. Reggio Emilia, la sosta, Modena in casa e Brescia in trasferta: mese delicato e decisivo


BARI - Svoltare o rischiare un campionato di sofferenze. Ottobre si preannuncia già delicato nel cammino del Bari. È indispensabile che i biancorossi, attualmente undicesimi a quota nove, alzino il passo: la zona promozione diretta è già molto distante, basti pensare che il Parma capolista vanta addirittura undici punti in più dei Galletti, mentre il Palermo secondo (ma con un match da recuperare) ne conta sette. Ma anche la coppia Venezia-Catanzaro, appaiata in terza posizione, ha ben sei lunghezze di margine sugli uomini di Michele Mignani.

Un po’ più vicino, invece, è il confine della zona playoff, attualmente delimitato dal Cosenza a quota undici. Rientrare il prima possibile tra le prime otto deve essere l’obiettivo a breve termine: rassegnarsi ad un torneo senza ambizioni o, peggio ancora, contraddistinto dallo spauracchio di doversi guardare le spalle (appena quattro sono i gradini di margine sulla zona playout) è una prospettiva inaccettabile. La società per prima, in fondo, ha indicato nell’approdo agli spareggi promozione l’obiettivo stagionale. Il pareggio contro il Como ha aperto un mese che proporrà altri tre confronti: sulla carta, non si tratta di sfide proibitive.

7 ottobre ore 14 Reggiana-Bari L’occasione propizia giunge già al prossimo turno, con la trasferta di Reggio Emilia. Il complesso guidato dal campione del mondo Alessandro Nesta è sest’ultimo con sette punti, frutto di una vittoria e quattro pareggi, mentre già tre sono i ko subiti. La Reggiana non segna molto (sette reti, proprio come il Bari), ma soprattutto è vulnerabile in difesa. Con 12 gol al passivo, la retroguardia emiliana è la terzultima della B (insieme alla Sampdoria): soltanto Catanzaro (13) e Feralpi Salò (15) annoverano numeri peggiori nel pacchetto arretrato. Non solo: i granata sono tra le compagini a non aver ancora vinto tra le mura amiche. Su tre gare casalinghe, hanno conquistato appena due pareggi (con Cremonese e Pisa), oltre la sconfitta con il Palermo. E nell’ultima trasferta, sono fragorosamente caduti a Terni per 3-0. Oltre le ragioni imposte dalla classifica, c’è un’altra motivazione forte per cercare il blitz al Mapei Stadium: proprio lì, il 22 luglio 2020, arrivò la sconfitta nella finale dei playoff che impedì ai biancorossi il ritorno in B, avvenuto solo due anni dopo. Una delle tante ferite aperte dell’era recente...

21 ottobre ore 14 Bari-Modena Da un’emiliana all’altra, con la sosta nel mezzo per gli impegni delle nazionali. Il San Nicola, dopo aver ospitato l’Italia (sabato 14 alle 20,45) contro Malta, riaprirà i battenti per il Bari opposto al Modena, una delle rivelazioni di questo inizio di campionato. 12 i punti conquistati dai canarini che sono tra le squadre in debito di un match: tre affermazioni, altrettanti pari ed una sola caduta lo score della formazione allenata da Paolo Bianco. Il Modena ha perso l’unica gara sabato scorso, cedendo 3-1 in casa con il Venezia e in trasferta per ora è immacolato con una vittoria e due pareggi. Tuttavia, l’avvio arrembante scandito da tre colpi pieni di fila è stato già calmierato dalla frenata delle ultime settimane, nelle quali sono giunti tre pareggi contro Feralpi Salò, Lecco e Sud Tirol, prima della sconfitta con il Venezia. Anche il Modena non ha segnato molto (sette gol), ma si distingue per la solidità difensiva: appena cinque le reti subite, soltanto Brescia (1), Parma e Palermo si sono comportate meglio.

29 ottobre ore 16,15 Brescia-Bari La formazione lombarda è stata l’ultima ad aggiungersi alla serie B, in virtù del ripescaggio ufficializzato il 29 agosto. Il mercato è stato improvvisato in pochi giorni, addirittura sono stati confermati il tecnico (Daniele Gastaldello) e gran parte dell’organico retrocessi nello scorso torneo. L’obiettivo dichiarato è mantenere la categoria, ma per ora le Rondinelle sono addirittura imbattute: nove punti in cinque gare disputate (ben tre sono da recuperare) per due vittorie e tre pareggi. Al Rigamonti, il Brescia ha ottenuto un successo (con il Cosenza) e due pari (con Venezia e Ascoli) e, pur segnando con il contagocce (solo quattro gol), vanta la migliore difesa della cadetteria con appena una rete incassata.

Ma il Bari non può pensarci: serve una scia di successi per risollevare in un sol colpo morale e classifica.


https://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/news/sport/1432500/calcio-il-bari-al-bivio-mignani-caccia-a-ottobre-biancorosso.html
Torna in alto Andare in basso
 
Calcio, il Bari al bivio. Mignani, caccia a ottobre biancorosso
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Bari, Mignani: "Questo non è ancora calcio vero. Il Verona è più forte di noi"
» Il calcio visto da Michele Mignani, candidato principe alla guida del Bari
» Bortolo Mutti a TuttoBari: "Mignani va ringraziato. Marino vuole bel calcio, Bari competitivo"
» GdS - Bari e Turris a braccetto. Dal 7 ottobre
» Bari-Foggia il 20 ottobre in diretta su RaiSport

Permessi in questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
Pensieri Biancorossi :: Forza Bari :: Edicola biancorossa-
Vai verso: