Pensieri Biancorossi
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.


..
 
HomeHome  IndiceIndice  Ultime immaginiUltime immagini  RegistratiRegistrati  Accedi  
 

 Maita: “Firmerei per il quarto posto, poi vediamo che succede. Se pensiamo di essere più forti prendiamo schiaffi”

Andare in basso 
AutoreMessaggio
GIAMEL

GIAMEL


Messaggi : 22710
Data d'iscrizione : 25.03.15
Età : 41
Località : Villabate (PA)

Maita: “Firmerei per il quarto posto, poi vediamo che succede. Se pensiamo di essere più forti prendiamo schiaffi” Empty
MessaggioTitolo: Maita: “Firmerei per il quarto posto, poi vediamo che succede. Se pensiamo di essere più forti prendiamo schiaffi”   Maita: “Firmerei per il quarto posto, poi vediamo che succede. Se pensiamo di essere più forti prendiamo schiaffi” EmptyMar Gen 24, 2023 2:39 pm

Maita: “Firmerei per il quarto posto, poi vediamo che succede. Se pensiamo di essere più forti prendiamo schiaffi” 9afe313762515ca2c3e2141e0105393a-52972-oooz0000

Intervenuto in conferenza stampa, il centrocampista Mattia Maita ha detto la sua sugli obiettivi stagionali del Bari: “Io credo che la nostra forza sia stata quella di guardarci indietro per rispetto degli avversari. Questo ci ha portato fin dove siamo adesso. Ogni volta che abbiamo pensato di essere più forti degli altri o di dover correre meno degli altri abbiamo preso gli schiaffi. Credo che mantenere questo profilo ci permette di mantenere la forza di correre più degli altri. Anche io firmerei per il quarto posto, poi vediamo che succede...”. Dichiarazioni fondamentalmente in linea con quanto affermato anche dal suo compagno di reparto Maiello questa mattina.

Si tratta di un campionato difficile, a giudizio di Maita, e le prossime tre partite contro tre squadre del lato destro della classifica possono dire tanto sui reali obiettivi del galletto: "In questo campionato non c’è un lato debole e un lato forte. Dobbiamo solo fare risultato. Sono tre partite che diranno tanto, si entra nel clou del campionato e la strada si definisce", ha aggiunto il centrocampista messinese.

È dunque chiaro l’obiettivo di mantenere un profilo basso, pur senza rinunciare all’obiettivo di far sognare la città. Maita ha rimarcato: “La nostra forza è quella di mantenere un profilo basso. Sta agli altri dichiarare di ambire la Serie A. La città merita la Serie A, ma l’obiettivo resta la salvezza, poi vediamo...”.

Dei 20 gol incassati dal Bari in questa stagione, ben 7 sono arrivati nell’ultimo quarto d’ora. Pesanti in particolare quelli subiti nel finale a Frosinone e Palermo, costati almeno due punti in classifica. Cali dell’attenzione si potrebbe pensare. Non secondo Maita: “Non sono gol dovuti a cali di attenzione o cattiveria. Non credo sia disattenzione ma sfortuna, però possiamo lavorarci e stare più attenti nei minuti finali. Sono episodi strani che ci condannano. Noi dobbiamo solo pensare partita per partita”.

Si potrebbe pensare anche a un filo di nervosismo. Infatti nelle sei occasioni in cui il Bari ha concluso la partita a reti bianche per 3 volte ha perso e in queste stesse occasioni ha chiuso la partita in dieci uomini. Lo stesso è accaduto a Palermo. Maita, oggi in conferenza, ha commentato: “E' normale che quando si perde si possa alzare il livello dell’intensità e possano esserci delle ammonizioni. Non penso sia questione di nervosismo, ma cercheremo di migliorare anche sotto questo aspetto”.

A domanda sull’espulsione di Cheddira, il parere dell’ex centrocampista del Catanzaro: “L’espulsione di Wal ci può stare... Ma il primo giallo è eccessivo”.

Siamo entrati ufficialmente nell’ultima settimana di calciomercato. Ad ora non si sono registrati nuovi acquisti per i biancorossi. Cresce dunque l’attesa per un possibile ingresso che, con ogni probabilità sarà nel reparto mediano. Un reparto in cui il Bari vanta già numerose scelte: Maita, Maiello, Folorunsho e Benedetti in particolare. Stimolato su questo argomento, Maita - oggi in conferenza - ha analizzato: “Siamo sei ma ci sono spesso squalifiche e infortuni. Non tocca a me parlare di queste cose, ma se arrivasse un nuovo compagno sarà ben accetto. Siamo nelle mani del direttore e del presidente”.

A domanda su eventuali rimpianti sul fatto di essere arrivato in Serie B solo a 28 anni, il centrocampista biancorosso ha risposto: “Quello che ho sempre pensato è che ognuno ha ciò che merita. Poi fa piacere in questo momento trovarsi in questa zona della classifica. Sono soddisfazioni personali, perché spesso mi hanno fatto pensare di non essere all’altezza".

"Io non vivo per i riflettori, ma per i tre punti del sabato e per portare in alto il Bari. Le cose personali vengono sempre dopo”, la riflessione.


tuttobari.com
Torna in alto Andare in basso
 
Maita: “Firmerei per il quarto posto, poi vediamo che succede. Se pensiamo di essere più forti prendiamo schiaffi”
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Ag. Furlan a TuttoBari: "Ha tanti estimatori. Vediamo che succede..."
» GdS - Brienza: "Mia figlia mi ha detto di non smettere. Vediamo che succede..."
» GdM - Galli: "Oggi presento progetto ad ADL. Vediamo che succede nelle prossime ore"
» Maiello: "Palermo? Vi spiego quella palla vagante. Quarto posto fino alla fine? Firmerei. Io, la A, il Napoli..."
» Neglia: "Che emozione i gol sotto la nord. Primo posto? Non ci pensiamo"

Permessi in questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
Pensieri Biancorossi :: Forza Bari :: Edicola biancorossa-
Vai verso: