Pensieri Biancorossi
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.


..
 
HomeHome  IndiceIndice  RegistratiRegistrati  Accedi  
 

 Ag. D'Errico a TuttoBari: "Talento e generosità, dà l'anima per la maglia. Bari? Una scommessa da vincere"

Andare in basso 
AutoreMessaggio
GIAMEL

GIAMEL


Messaggi : 20992
Data d'iscrizione : 25.03.15
Età : 40
Località : Villabate (PA)

Ag. D'Errico a TuttoBari: "Talento e generosità, dà l'anima per la maglia. Bari? Una scommessa da vincere" Empty
MessaggioTitolo: Ag. D'Errico a TuttoBari: "Talento e generosità, dà l'anima per la maglia. Bari? Una scommessa da vincere"   Ag. D'Errico a TuttoBari: "Talento e generosità, dà l'anima per la maglia. Bari? Una scommessa da vincere" EmptyMer Nov 03, 2021 8:23 am

Ag. D'Errico a TuttoBari: "Talento e generosità, dà l'anima per la maglia. Bari? Una scommessa da vincere" Bf3a64a1732d8b9be824a5448c51006b-94316-8a3292e1157fa42b7e7033a877e25f3e

Andrea D’Errico è senza dubbio una delle maggiori (e tante) note liete di questa stagione. A suon di buone prestazioni si è ritagliato uno spazio sempre più importante nel Bari, rivelandosi un autentico motorino instancabile. Il suo agente Luca Urbani, intervenuto ai microfoni di TuttoBari.com, ha commentato il rendimento del centrocampista milanese: “Andrea è assolutamente un giocatore che può garantire gol e soprattutto assist, perché il suo è un calcio propositivo. Lui è un giocatore talentuoso e in parte credo che lo si è visto finora, poi è molto generoso, si fa apprezzare dal gruppo e si sta facendo apprezzare dai tifosi. È un ragazzo che mette anima e corpo in quello che fa e soprattutto, questo tengo a ribadirlo, tiene enormemente alla maglia del Bari perché abbiamo sposato questo progetto lasciando dopo sei anni l’amatissima Monza, dove si sa che era assolutamente idolatrato. Quindi Bari per lui rappresenta una scommessa da vincere assolutamente, e non esiste altro nella testa di Andrea che non sia arrivare primo con il Bari. Questo lo posso garantire ed è quello che ci siamo detti con Polito, di cui è stato il primo acquisto”.

Nonostante la grande qualità di D’Errico, talvolta Mignani gli ha però richiesto più attenzione sotto l’aspetto difensivo… “Innanzitutto se uno va a controllare i dati del GPS e dei riscontri per i chilometri percorsi, Andrea è un giocatore di una generosità incredibile, assoluta. Nel Bari è chiaro che a volte i tre centrocampisti sono costretti a coprire molte zone di campo e a proteggere la difesa, avendo probabilmente molti giocatori tecnici perché il calcio di Mignani è molto propositivo giocando con un 4-3-1-2, dove si permette due attaccanti e un rifinitore come Botta, che chiaramente è un giocatore essenzialmente qualitativo più che quantitativo anche se poi comunque corre. Quindi probabilmente il mister fa un discorso di equilibrio: conoscendo allora anche le doti organiche oltre che quelle tecniche di Andrea, magari chiede delle situazioni di gioco che però è assolutamente in grado di garantire. Tra l’altro lo ha fatto anche sabato: è entrato in un momento particolare per l’infortunio di Maita sull’1-0; Mallamo ha cambiato la posizione e c’è stato tutto uno scalare e un cambiare un po’ alcune situazioni. Però ci sta, è tutto sotto controllo”.

L’ambizione è il salto in Serie B… “Su questo non c’è neanche da discutere: se un calciatore gioca nel Bari, non vedo perché deve parlare di obiettivi ridimensionati. Questa è una piazza che non può assolutamente militare in Lega Pro”.

Nel corso dell’intervista rilasciata alla nostra redazione, l’agente di Andrea D’Errico, Luca Urbani, ha commentato l’ingresso dalla panchina del suo assistito contro il Catanzaro, a conferma delle parole di mister Mignani che lo ha definito un po’ stanco nel recente periodo: “Non devo spiegare nulla, ci mancherebbe altro di intervenire su questo argomento. Non ne ho né le facoltà, rappresento Andrea D’Errico nel mio ruolo istituzionale come agente, sono orgoglioso di farlo ed esserlo. Però non entro assolutamente nella dinamica delle scelte del mister, perché lui ha la rosa a disposizione nel lavoro settimanale. Tra l’altro mi sembra che sia una rosa di comprovato valore, costruita benissimo e allenata altrettanto bene: Polito e Mignani hanno fatto e stanno facendo un grande lavoro finora. Non vedo qual è il problema, non devo dare certamente io spiegazioni, Mignani fa l’allenatore e prende le sue decisioni. Mi sembra che il Bari è primo con pieno merito. Andrea tra l’altro è stato il primo cambio quindi mi sembra che sia comunque assolutamente dentro il progetto Bari, ha sempre giocato e ha saltato solo la partita di Catania dove non è neanche entrato; però mi sembra che sia molto coinvolto, quindi non c’è assolutamente nessun tipo di problema”.

Proprio in merito al fondamentale successo dei galletti nell’ultimo scontro diretto, Urbani ha continuato: “Poi tra l’altro ero anche a Bari a vedere la partita, è stata bellissima ed emozionante. Avevo due ragazzi nel Catanzaro, Tentardini e Fazio, che purtroppo ha fatto un errore grave (sul gol di Simeri, ndr). Sono soddisfatto perché chiaramente la partita richiedeva anche un grande dispendio di energie: il Catanzaro è una squadra che corre molto, tosta, solida, rognosa e alla fine veramente è uscita con l’onore delle armi, perché comunque avrebbe probabilmente anche meritato il pareggio in alcuni tratti della partita, credo di poterlo dire tranquillamente. È stata una gara molto combattuta e sofferta, devo dire che veramente ha riconciliato con il calcio soprattutto il primo tempo. Poi il San Nicola è sempre molto affascinante, quindi è stato tutto molto bello ed emozionante”.

Le differenze e i motivi per sperare nella promozione in Serie B… “Il Bari è una squadra che sa soffrire molto rispetto anche al passato: a differenza di quello dello scorso anno, che ho visto in alcune occasioni ed in un paio di volte dal vivo, e a quello di due anni fa, questo mi sembra davvero molto compatto e magari con la tempra della squadra da primato, perché sa soffrire nel momento in cui rischia o di perdere o di prendere gol. Adesso ha avuto questa grave battuta a vuoto di Francavilla Fontana, però l’ha rimessa subito a posto battendo il Catanzaro, quindi è anche una reazione da grandissima squadra. Sono sensazioni in cui si ha la percezione che sia l’anno giusto, come anche a Catania o a Potenza con il Picerno, due vittorie particolari che l’anno precedente probabilmente non sarebbero riuscite a portare a casa con i tre punti. È un Bari che insomma si vede che ha costruito proprio alla radice un impianto”.


tuttobari.com
Torna in alto Andare in basso
 
Ag. D'Errico a TuttoBari: "Talento e generosità, dà l'anima per la maglia. Bari? Una scommessa da vincere"
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi in questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
Pensieri Biancorossi :: Forza Bari :: Edicola biancorossa-
Vai verso: