Pensieri Biancorossi
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.


..
 
HomeHome  IndiceIndice  RegistratiRegistrati  Accedi  
 

 De Laurentiis: "Vogliamo andare via da questa categoria. La notte sogno il ritorno in A"

Andare in basso 
AutoreMessaggio
GIAMEL

GIAMEL

Messaggi : 20446
Data d'iscrizione : 25.03.15
Età : 40
Località : Villabate (PA)

De Laurentiis: "Vogliamo andare via da questa categoria. La notte sogno il ritorno in A"  Empty
MessaggioTitolo: De Laurentiis: "Vogliamo andare via da questa categoria. La notte sogno il ritorno in A"    De Laurentiis: "Vogliamo andare via da questa categoria. La notte sogno il ritorno in A"  EmptyDom Dic 20, 2020 9:34 am

De Laurentiis: "Vogliamo andare via da questa categoria. La notte sogno il ritorno in A"  Bd350719b83ef879d1cd089fbc7d3448-46527-30052e191d4e8d76dc2edde56d58fe12

Questo pomeriggio il presidente Luigi De Laurentiis ha incontrato virtualmente i tifosi nel corso di un evento organizzato dalla società. Il numero uno biancorosso ha risposto alle domande dei tanti sostenitori via streaming, visibilmente emozionato. Questo un estratto delle sue parole: "Sono felice ed entusiasta di avervi qui e per l'occasione auguro a tutti i tifosi biancorossi serene festività. Spero di avervi tutti allo stadio il prima possibile. Giocare senza il vostro supporto è stato penalizzante, la squadra e tutti noi abbiamo avvertito la vostra mancanza. E' un atmosfera surreale, voi fate tremare gli avversari. Lavoriamo mattina e sera per creare un gruppo sportivo che possa raggiungere l'obiettivo. La C è un campionato difficilissimo. Lo scorso anno nonostante tutti i problemi relativi al Covid siamo arrivati in finale. Purtroppo il calcio è anche questo, ci hanno annullato un gol e abbiamo perso Simeri. Vogliamo andare via da questa categoria, anche per gli sforzi che ci mettiamo in questa avventura, iniziata due anni fa".

De Laurentiis torna ancora sull'assenza dei tifosi: "Questa è una piazza davvero importante per il calcio italiano che merita di tornare nelle grandi categorie. Il nostro impegno c'è, mi auguro ci porti a risultati importanti. Avete dimostrato con la media di 12.800 spettatori che siamo da Serie A. Mi auguro che questo numero possa crescere per affrontare la prossima stagione in maniera importante. Sul mercato interverremo, ma siamo concentrati all'Avellino e il Palermo. Sono sei punti preziosi che dobbiamo cercare di portare a casa a tutti i costi".

A domanda su qualche espressione in barese imparata, De Laurentiis risponde scherzosamente: "Cornut! Mi fa ridere sentire queste imprecazioni (ride, ndr)".

Questo pomeriggio il presidente Luigi De Laurentiis ha incontrato virtualmente i tifosi nel corso di un evento organizzato dalla società. Il numero uno si è così soffermato sull'importanza dei supporter biancorossi: "In questi stadi vuoti, quando segna il Bari, esultiamo in pochissimi. E' sempre bello ma sentire le vostre voci fa venire la pelle d'oca. Sono sensazioni che mancano da troppo tempo e che hanno anestetizzato questo sport che vive per i tifosi. Avere lo stadio pieno fa la differenza, soprattuto in C. In alcune trasferte c'erano appena 500-750 tifosi, giocare contro queste squadre al San Nicola con 12-14mila tifosi, è come avere a nostra disposizione un super attaccante".

Sul rapporto con la piazza: "Rispetto a due anni fa, mi sento a casa. Ho conosciuto tante belle persone e un bel tifo. Ho incontrato tante aziende che ci hanno sopportato. Critiche o altro possono destabilizzare ma abbiamo le spalle grandi, le aspettatative sono tante, ce le aspettiamo. Anno molto difficile ed lo è ancora di più senza tifosi".

La lotta al primo posto: "Speravo di non trovare un'altra squadra che potesse prendere le distanze. Il campionato è lungo, abbiamo 4 punti in più rispetto allo scorso anno. Siamo partiti meglio ma la capolista è ad un punteggio irrangiungibile, tanto che in nessuna categoria si è fatto tanto. Con il direttore e il mister non ci fermiamo un secondo. Parliamo con ogni singolo giocatore per tenere alta concentrazione, impegno ed obiettivo. Sono tante le variabili che impegnano mentalmente un gruppo di gioco, che deve essere perfetto dal punto di vista organizzativo, tattico e tecnico. Vorrei avere qualche punto in più ma 30 sono solidi ed importanti. Abbiamo messo in piedi una squadra e tanti investimenti perchè nessuno vuole restare in C. Sarebbe una follia volerci rimanere. Il lavoro è duro ma il gruppo è giusto. Bisogna puntare al primo posto".

Sugli scontri in Lega C: "Non è facile gestire i rapporti in questa categoria si sono 60 squadre e non 20. Ogni presidente ha una volontà diversa. Ghirelli ha un compito non facile. Ci si scontra e rincontra. E' un gioco politico e di strategia. L'importante è cercar di mantenere l'obiettivo per portare a casa quello che può convenire".

Su cosa avrebbe fatto senza il Bari: "Se non ci fosse stato, avrei fatto la spola tra Los Angeles e Roma per sviluppare la parte scenografica della nostra azienda. Ma non mi dispiace, Avventura inaspettata che mi ha dato tantissimo. Un viaggio felice fino ad ora".

In una call tenuta con alcuni tifosi, il presidente del Bari Luigi De Laurentiis ha risposto ad un piccolo appassionato, che ha domandato quando il club tornerà in massima serie: "Me lo chiedo anche io nel sogno, dobbiamo fare un percorso lungo. Avrei voluto far diventare realtà progetti come quello del museo, è importante far rivivere quella che è stata la storia biancorossa. Siamo motivati nel cercare di risalire la china per uscire da questa categoria: ringrazio chi apprezza gli sforzi della società".

De Laurentiis parla di Auteri: "Dietro tutte le gestioni sportive ci sono molte variabili, io ho trovato un tecnico che fa un grande lavoro di squadra. Ad oggi il mister ha valutato l'operato i giocatori a seconda di modulo, impegno e forma fisica: se qualcuno è stato impiegato meno c'è un motivo, nessuna antipatia".

Poi prosegue: "Abbiamo investito tanto, non ce ne andremo da un momento all'altro. Speriamo di vedere questi sforzi ripagati, anche perché gli sforzi sono tanti. Credo tanto nelle giovanili, il percorso delle academy è iniziato bene, poi è stato piegato dal Covid".

Sui tifosi: "Spero di vedere il pubblico che c'era contro il Latina, manca la spinta degli appassionati".

La finale playoff della passata stagione... "E' stato un durissimo colpo. Sono sceso negli spogliatoi e ho visto i calciatori piangere, ho abbracciato l'allenatore e i calciatori. Mi è rimasto l'amaro in bocca nelle settimane successive, poi ho ritrovato la luce quando ho visto il supporto dei tifosi. Sentire questa piazza così riaccesa e vicina, che ci ha dato una pacca sulla spalla, mi ha fatto ritrovare la lucidità per ripartire. Abbiamo deciso di cambiare l'allenatore, di prendere un nuovo direttore sportivo e cambiare tanti calciatori. Oggi quella gara con la Reggiana è il passato. Ritrovarmi quest'anno a inseguire nuovamente un'altra capolista è difficile. Ma ce le metteremo tutta".


tuttobari.com
Torna in alto Andare in basso
 
De Laurentiis: "Vogliamo andare via da questa categoria. La notte sogno il ritorno in A"
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi in questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
Pensieri Biancorossi :: Forza Bari :: Edicola biancorossa-
Vai verso: