Pensieri Biancorossi
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.


..
 
HomeHome  IndiceIndice  RegistratiRegistrati  Accedi  

 

 Bari, Auteri si presenta: "Sono qui per fare calcio. Allenerò gente di valore"

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Bari Grande Amore



Messaggi : 2954
Data d'iscrizione : 08.08.15
Età : 33
Località : Firenze

Bari, Auteri si presenta: "Sono qui per fare calcio. Allenerò gente di valore" Empty
MessaggioTitolo: Bari, Auteri si presenta: "Sono qui per fare calcio. Allenerò gente di valore"   Bari, Auteri si presenta: "Sono qui per fare calcio. Allenerò gente di valore" EmptyMer Ago 26, 2020 1:58 pm

Bari, Auteri si presenta: "Sono qui per fare calcio. Allenerò gente di valore" 1085-V1s62GaL175L4ziI2nqu

Ancora tempo di presentazioni in casa Bari. Dopo Romairone, è la volta di Gaetano Auteri, nuovo allenatore biancorosso (il numero 70 della storia). In Puglia per lui sono stati già raggiunti grandi risultati con il Gallipoli: un campionato di C2 ed una Coppa Italia di C vinte nella stagione 2005/06. La speranza è quella di ripetersi.

Mister Auteri per la prima volta sulla panchina del Bari. Perché questa scelta?

"Sono onorato di far parte di questa famiglia. C'è una intenzione comune, è l'indirizzo giusto. Costruire insieme è importante, cosi un allenatore può sempre lavorare nel modo giusto. E le responsabilità non ci spaventano, perché ciò che conta è il campo. Sono sicuro che sarà possibile costruire un gruppo forte, coeso e determinato. Arrivo qui in questo momento della mia carriera ma lo faccio con assoluta tranquillità".

Si riparte dopo la delusione di Reggio Emilia.

"Questo gruppo ha dimostrato di valere tanto, sotto contratto ci sono giocatori di spessore assoluto. Dopo una delusione, si può ripartire più forti e con maggiore determinazione. Ho sempre l'abitudine di resettare tutto, non ho preclusioni nei confronti di nessuno. Voglio vedere da parte di tutti motivazione, senso di appartenenza. Siamo il braccio di un progetto che una società che non ci fa mancare nulla ci ha affidato. L'unico piccolo handicap che abbiamo adesso, giocoforza, è il ritardo con cui siamo partiti. Ma abbiamo tanto tempo per recuperarlo, visto che il campionato comincerà ad inizio settembre. Il gruppo ha già dimostrato consistenza, non è necessario aggiungere troppe cose".

Bari è un punto d'arrivo per la sua carriera?

"Non mi piace parlare di punto di arrivo. Io prendo semplicemente quello che viene e cerco di sfruttarlo al massimo. Bari-Nocerina in B? La ricordo molto bene, strappammo un buon pareggio. Ma in C per emergere non occorre essere soltanto belli o avere più qualità. Serve un gruppo che abbia soprattutto voglia di battagliare, che sia animato da un atteggiamento giusto. Nella mia lucida follia penso che poter arrivare in alto sia possibile. A me piace insegnare calcio, creare un contesto importante. E far divertire. Ho buone sensazioni. Questa è una piazza che dato il suo passato, pretende giustamente delle soddisfazioni. Possiamo fare felici tante persone attraverso il lavoro. Dovremo creare una filosofia di gioco".

Che valore specifico può avere in organico un calciatore come Antenucci?

"E' un giocatore straordinario, di grande qualità e spessore. Giocheremo sempre con 3 attaccanti, questo è certo. Lo conosco dai tempi del Giulianova, in passato avrei anche dovuto prenderlo. Data la carriera fatta, direi che ci ho visto giusto. Il nostro gioco sarà fatto anche di rapidità, e lui può spaziare tranquillamente in avanti. Può giocare ovunque per me, non rappresenta assolutamente un problema. Anzi, io sono qui per valorizzare ogni giocatore. Si vince e si perde tutti insieme. Ed io mi auguro di non perdere quasi mai".

Ritrova una vecchia conoscenza come D'Ursi.

"E' un ragazzo anche lui straordinario, di grande valenza, impegno ed attaccamento. Lui, come Antenucci, può fare tutti i ruoli là davanti. Perché dovremo essere bravi a non dare riferimenti. Mi auguro che possa aver risolto i suoi problemi fisici, che tanto l'avevano condizionato l'anno scorso. Se cosi sarà, avremo a disposizione un altro tipo di giocatore. E ci sarà di grande aiuto. Valuterò anche elementi come Neglia o Terrani".

Dicono che lei sia un sergente di ferro.

"Non sono un sergente di ferro, devo ancora parlare con i ragazzi. La concentrazione, però, è giusto che sia massima. Certo a volte è capitato di avere scontri con qualche calciatore ed ogni incomprensione è sempre rientrata a tempo debito. Io voglio solo creare entusiasmo e soprattutto interesse in loro. Insomma, creare un filo conduttore. In campionato ci saranno momenti di fatica, andranno fatti sicuramente dei sacrifici. Ma sono sicuro che i calciatori più esperti, in realtà, saranno i primi ad essere pronti a dare una mano. Le etichette lasciano il tempo che trovano".

Che allenatore è Auteri?

"Gli allenatori bravi sono quelli che sanno sfruttare al massimo le risorse che hanno. Il mercato? A me non piace tanto parlarne. Trent'anni fa preferii decidere di allenare anche per questo motivo. A me piace fare calcio. E serviranno anche delle caratteristiche fisiche diverse da quelle che ora abbiamo. Bisogna intervenire in quasi tutti i reparti, ma solo per consolidare una rosa di grande caratura".

A Bari anche altri tecnici come Conte, Ventura o Catuzzi sono stati apprezzati per il bel gioco e non solo. In passato a chi si è ispirato? Anche a qualcuno di loro?

"Ventura è un precursore, l'ho affrontato già da calciatore oltre che da allenatore. Ricordo i termpi del Giarre, sempre in Sicilia. Conte non ha bisogno di presentazioni. Le vicinanze di questo tipo mi onorano, anche se i paragoni lasciano il momento che trovano. Spero di poter fare bene come loro".

tuttocalciopuglia.com
Torna in alto Andare in basso
GIAMEL

GIAMEL

Messaggi : 19308
Data d'iscrizione : 25.03.15
Età : 39
Località : Villabate (PA)

Bari, Auteri si presenta: "Sono qui per fare calcio. Allenerò gente di valore" Empty
MessaggioTitolo: Re: Bari, Auteri si presenta: "Sono qui per fare calcio. Allenerò gente di valore"   Bari, Auteri si presenta: "Sono qui per fare calcio. Allenerò gente di valore" EmptyMer Ago 26, 2020 2:22 pm

Auteri: "Onorato di essere a Bari. Nessuna rivoluzione, devo valorizzare le qualità presenti. Modulo? Giocheremo sempre con le tre punte. Antenucci perfetto per il mio gioco..."

Prime parole da tecnico del Bari per Gaetano Auteri. Intervenuto in conferenza stampa si è così presentato ai tifosi: "Sono onorato di poter far parte di questa famiglia, in società c'è già una grande unità d'intenti. Dobbiamo fare ciò anche in campo con un gruppo coeso, forte e determinato. Dopo una delusione si può ripartire da una maggiore convinzione e forza. Dobbiamo prenderci le nostre responsabilità, una piazza che pretende è uno stimolo non un impedimento. Sappiamo che con il nostro lavoro possiamo fare felici tante persone. Giocheremo le partite per vincere".

Sul campionato: "Sono pratico e concreto, non faccio tante fantasie. E' un campionato molto difficile dove per emergere non occorre solo giocare bene ed avere qualità. Serve l'atteggiamento giusto in casa e fuori. Senza presunzione, si vince tutti insieme. Mi piace creare un modello di gruppo e di squadra, oltre che di gioco. Voglio trasmettere quello che so. Sergente di ferro? No, ho avuto qualche scontro ma di grande lealtà. Sono sempre stati risolti, non impongo nulla".

Un retroscena sul passato: "Mi è capitato di essere vicino al Bari. Sia prima del fallimento che precedentemente con Angelozzi".

Sui giocatori a disposizione: "Faremo delle scelte sull'organico, senza fare rivoluzioni. I giocatori sotto contratto sono di assoluto valore e spessore. Io faccio sempre parlare il campo, non ho preclusioni verso nessuno. Voglio vedere convinzione, voglia, determinazione e senso d'appartenenza. Siamo il braccio del progetto della società. Senza fare stravolgimenti. L'unico piccolo handicap è che siamo partiti con qualche giorno di ritardo ma siamo in tempo per recuperare. Il mio modo di vedere il calcio deve essere adeguato alle risorse, altrimenti non si è bravi. Il filo conduttore è il gioco e con questo dobbiamo valorizzare tutto. Non mi piace parlare di mercato. Giocheremo con tre centrali e ne abbiamo di forte e importanti come Sabbione, Perrotta e Di Cesare. Dobbiamo però metterci dentro caratteristiche fisiche che al momento non abbiamo. In quasi tutti i reparti bisogna intervenire ma solo per consolidare. Frattali? Affidabilissimo. Maita sa ciò che penso di lui, se riesce a fare quel salto di qualità mentale può darci una grande mano".

Sul reparto avanzato e lo status di bomber Antenutcci: "Aldilà dei numeri, dobbiamo creare una filosofia di gioco. Dovremo essere bravi a cambiare pelle senza perdere la nostra origine. Antenucci è un giocatore straordinario di grande qualità e spessore, può giocare ovunque. Lo conosco da Giulianova, lo avrei anche preso in passato. E' perfetto per ciò che andremo a fare, può spaziare nei 3 davanti, che ci saranno sempre. Non giocheremo con ali classiche ma il gioco sarà fatto di mobilità e velocità. Non mi piace dare punti di riferimento. Ho già parlato con lui, sono qui per valorizzare non per sperperare" .

Su D'Ursi: "Ragazzo straordinario di grande valenza e spessore. Voi lo avete visto poco, mi auguro abbia risolto problemi dell’anno scorso. E' un giocatore che come Antenucci può giocare in tutti i ruoli. Ha le caratteristiche giuste, qualità fisiche, molto esplosivo e di grande fibra. Sarà totalmente diverso e sarà di grande aiuto".


tuttobari.com
Torna in alto Andare in basso
 
Bari, Auteri si presenta: "Sono qui per fare calcio. Allenerò gente di valore"
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi in questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
Pensieri Biancorossi :: Forza Bari :: Edicola biancorossa-
Vai verso: