..
 
HomeHome  IndiceIndice  RegistratiRegistrati  Accedi  
Condividi
 

 Scala: "Bari non è la ruota di scorta di nessuno, chi è venuto qui ha tante motivazioni. Vivarini mi ha detto di prendere Maita e Ciofani. Costantino? Bari come il Real Madrid"

Andare in basso 
AutoreMessaggio
GIAMEL

GIAMEL

Messaggi : 18761
Data d'iscrizione : 25.03.15
Età : 39
Località : Villabate (PA)

Scala: "Bari non è la ruota di scorta di nessuno, chi è venuto qui ha tante motivazioni. Vivarini mi ha detto di prendere Maita e Ciofani. Costantino? Bari come il Real Madrid" Empty
MessaggioTitolo: Scala: "Bari non è la ruota di scorta di nessuno, chi è venuto qui ha tante motivazioni. Vivarini mi ha detto di prendere Maita e Ciofani. Costantino? Bari come il Real Madrid"   Scala: "Bari non è la ruota di scorta di nessuno, chi è venuto qui ha tante motivazioni. Vivarini mi ha detto di prendere Maita e Ciofani. Costantino? Bari come il Real Madrid" EmptyMar Feb 04, 2020 1:38 pm

Scala: "Bari non è la ruota di scorta di nessuno, chi è venuto qui ha tante motivazioni. Vivarini mi ha detto di prendere Maita e Ciofani. Costantino? Bari come il Real Madrid" 27e75bc1920e303faf4fd73ab197e830-93256-c4b2750909c70fbbc2e2d4baa486b4cf

Questa mattina è intervenuto in conferenza stampa il ds Matteo Scala per stilare un bilancio del mercato invernale e allo stesso tempo fare il punto della situazione in casa Bari: "Siamo contenti di quello che abbiamo fatto. Vivarini è molto bravo e scrupoloso, con cui ho condiviso ogni scelta. Lui voleva 22 giocatori, tutte coppie. Per fare questo abbiamo tolto tutti i giocatori con caratteristiche diverse dal suo calcio e riempito le caselle con calciatori funzionali al progetto. La rosa ora è razionalizzata, completa e adesso siamo secondo me più omogenei, con giocatori in grado di fare le differenza sia dall'inizio che a partita in corso".

Sulle trattative in entrata, Scala commenta: "Sono arrivati calciatori tutti importanti come Laribi, che giocava nel Verona l'anno scorso. Portare uno come lui qui è stato un ottimo lavoro. Gli altri sono ragazzi come Ciofani dalla Serie B e Maita tra i top del campionato. Pinto e Costantino hanno caratteristiche diverse da chi già c'era, che completano i reparti. Gennaio è mercato di opportunità non di scelte. Il presidente si era reso disponibile a fare colpi importanti, nelle opportunità previste. Il Bari però non è la seconda scelta di nessuno, nè la ruota di scorta di nessuno. Quando abbiamo capito che alcuni volevano venire solo per soldi o senza motivazioni abbiamo preferito lasciar perdere. Bisogna sposare la causa ed il progetto per far parte di questo gruppo, non perché non ti vuole nessuno in Serie B".

Su Costantino, colpo a sorpresa dell'ultimo giorno di mercaro: "Costantino è una scelta ponderata. Con un grande nome potevamo rompere equilibri, l'idillio tra Antenucci e Simeri. Pensiamo che i tre che abbiamo in organico - con D'Ursi che sarà un nuovo acquisto -, sia un attacco di valore. Volevamo un giocatore con grande entusiasmo e che in caso di necessità aiutasse la squadra. Lui lo conosco da qualche anno, lo volevo prendere a Carpi, ma l'allenatore del tempo disse che non era pronto. E' uno che fa gol, arriva tranquillamente in doppia cifra, come fece l'anno scorso. Bari per lui è come essere al Real Madrid. Si sta giocando una grande occasione. Ha uno spirito unico, ed è un attaccante di tutto rispetto per la categoria".

Capitolo rinnovi: "Bianco e Hamlili hanno rinnovato fino al 2022. Su Simeri vogliamo fissare un appuntamento, perché si sta impegnando. Sta dimostrando attaccamento e forza di volontà incredibili, non ne ho mai dubitato. Squadre di B me lo hanno chiesto, ma ho sempre rifiutato. Doveva solo trovare la scintilla per esplodere. Io sono abituato a lavorare in scadenza (ride, ndr). Il mio rapporto con la proprietà è straordinario, è un privilegio lavorare con loro. Devo dimostrare di essere al loro livello e meritare la mia conferma".

Su Vivarini Scala è entusiasta: "Il lavoro del mister è sotto gli occhi di tutti. 43 punti in un girone vuol dire una promozione diretta quasi certa. Stiamo lavorando bene con lo staff, società, presidente e calciatori. Bisogna continuare così. La sosta ci ha un po' arrugginiti, speriamo che adesso possa andare sempre meglio. Il play? Abbiamo Bianco e Schiavone".

Scala poi svela dei retroscena interessanti: "Maita è arrivato il giorno dopo l'infortunio di Hamlili. Vivarini mi ha detto esplicitamente che lo voleva menre tornavamo da Viterbo. Ha le idee chiarissime. Anche su Ciofani, mi ha detto un giorno in allenamento che lo voleva e l'abbiamo preso. Awua è andato via l'ultimo giorno. Penso che Hamlili nella partita di Cava sarà disponibile. Laribi mi ha detto che voleva venire prima della Reggina e non l'ultimo giorno. Così è stato".

Sul mercato in uscita: "Abbiamo tolto giocatori che avevano dato poco nel girone d'andata. Adesso abbiamo messo giocatori che stanno già dimostrando di poter fare la differenza. Solo per questo ci siamo rafforzati, con tutti giocatori funzionali al progetto. Folorunsho? ne ho lette di ogni tipo. L'anno scorso lo volevano tutti, veniva da campionati straordinari. Ha pagato l'infortunio ad inizio anno. Lo stiamo recuperando, per potenzialità può giocare tranquillamente in serie a. Ci darà una grane mano".

Sulle polemiche degli ultimi giorni, Scala risponde: "Quando sentono Bari tutti vogliono fare il colpo della vita, fa parte de gioco. Noi dobbiamo essere bravi a non farci prendere per la gola. Non commentiamo mai gli episodi arbitrali come diktat. Questo non deve far passare che siamo aiutati, in realtà siamo in credito. Non ci interessa chi ci tira frecciate. Guardiamo solo al campo".



tuttobari.com
Torna in alto Andare in basso
 
Scala: "Bari non è la ruota di scorta di nessuno, chi è venuto qui ha tante motivazioni. Vivarini mi ha detto di prendere Maita e Ciofani. Costantino? Bari come il Real Madrid"
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Pensieri Biancorossi :: Forza Bari :: Edicola biancorossa-
Vai verso: